Trucco a settembre

Il nuovo numero di Trucco&bellezza apre settembre con una strizzatina d’occhi speciale, a cominciare dalla copertina: ciglia finte ed extension riempiono l’intero magazine, raccontanto ai lettori storia e storie di stile, forme, colore e luminosità pensate per arrichire gli occhi semplicemente infoltendo (o caricando esageratamente) lo sguardo.

Un escamotage, quello delle ciglia, che nasce nel dietro le quinte del cinema hollywoodiano:

“Nel mondo nuovo (del cinematografo, che si stava creando fra l’Europa e gli Stati Uniti nelle prime due decadi del 900, la leggenda metropolitana vuole che sia stato il regista David W. Griffith a suggerire l’invenzione di ciglia posticce sul set del suo Intolerance (1916). Si narra dunque che, durante le riprese del film nel 1916, Griffith convocasse il parruccaio del set per chiedergli un accorgimento che enfatizzasse lo sguardo dell’attrice  Seena Owen conferendogli profondità e mistero. Lo sconosciuto addetto ai lavori creò così una striscia di capelli, opportunamente tagliati e modellati, la quale venne incollata alla rima palpebrale superiore dell’attrice, operando il miracolo dell’effetto che Griffith desiderava”.

Ecco, secondo la nostra collaboratrice Alessandra Santanera, come nascono le ciglia finte. Volete saperne di più? Date un’occhiata a Trucco&bellezza 15, in edicola a settembre, e sarete accontentati!