Febbraio anti “crisi”

stand_unghie.jpgEstetica International lo ha certificato: la nail art è controtendenza rispetto al mercato dei consumi. Alla fiera di Roma, infatti, aumentano gli stand dedicati alle unghie.


estetica_roma_padiglione_nail.jpgSi è appena conclusa Estetica International, la fiera di Roma dedicata alla bellezza. Tre giorni di full immersion fra i padiglioni dell’avveniristico complesso fieristico della Capitale (che a dire il vero, può e deve migliorare dal punto di vista dei collegamenti con il centro città), a spasso fra gli stand come sempre coloratissimi e brulicanti di persone.

Rispetto all’edizione 2008 è un aspetto a balzare ai nostri occhi: un intero settore completamente occupato dalle aziende legate al mondo delle unghie, quando solo dodici mesi prima le stesse condividevano lo spazio espositivo con altre imprese cosmetiche.

Un segnale positivo dunque della crescita del settore che a noi più interessa, in contro tendenza con quella crisi internazionale e nazionale che oggi occupa le pagine di tutti i quotidiani.

Il pubblico, dal canto suo, ha dimostrato di apprezzare la ricchezza dell’offerta, dividendosi con la consueta attenzione fra i banchi delle grande firme presenti a Roma. L’obiettivo, ormai dichiarato, era quello di tornare a casa non solo con i prodotti novità e i cataloghi, ma con un’unghia decorata dai nail artist più famosi del paese.