L’illusione della semplicità per il tuo make-up

trucco_nude_sfilata_navarra_anteprima.jpgIl make-up per l’estate diventa più semplice, declinando gli eccessi della passata stagione in un più sobrio e trasparente nude look. La semplicità è, però, solo apparente.

trucco_nude_sfilata_navarra_makeup.jpg

Provate a chiedere in giro quali saranno le tendenze moda per l’estate: tutti gli stilisti e gli addetti ai lavori, dai fashion stylist ai consulenti d’immagine  diranno senza esitare, che si torna alla semplicità. Niente più eccessi e tagli azzardati, ma compostezza, armonia e, in generale, uno stile più essenziale e sobrio, confermato ovviamente dalle dovute eccezioni.

E il make-up si adatta a queste nuove direttive: dagli eccessi di Pat McGrath, pensati per le passerelle di John Galliano,  e della make-up artist  Gina Brooke per Shu Uemura, che sul viso di Madonna ha riportato a nuovo splendore gli anni Settanta, esplodendo in un trionfo di colori e glitter luccicanti, adesso è il momento di un trucco leggero, fatto di sottili passaggi cromatici e nuances opache, impercettibile e in grado di armonizzare il viso alla luce intensa della bella stagione. Una resa, insomma, in grado di donare al volto un aspetto limpido, "acqua e sapone", come se ci si fosse appena svegliate con una pelle priva di imperfezioni e un incarnato dalle tonalità luminose e compatte.

Eppure tutti sanno che questo tipo di make-up, all’apparenza semplice e leggero, di fatto è uno dei più complessi da ottenere. In attesa del prossimo numero di Trucco & Bellezza, con uno speciale dedicato al look – nude, appunto, e totalmente naturale – che Gaetano Navarra ha scelto per la sfilata in passerella all’ultima edizione di Milano Moda Donna, ecco qualche consiglio per cominciare ad esercitarsi con un trucco impalpabile e leggero, ma in realtà estremamente elaborato.

trucco_sfilate_navarra_2009_trucco_leggero.jpgUn buon inizio potrebbe essere, ad esempio, quello di sostituire il solito fondotinta una crema colorata, dalla coprenza ridotta, integrabile con altri prodotti in grado di dare luce al viso, come la cipria o del fondotinta chiaro in polvere.

Per le labbra si utilizzerebbe, in genere, un rossetto dalla tonalità il più simile possibile all’incarnato "nudo", ma non è facile trovare la tonalità giusta, che può però rivelarsi o troppo scura o troppo chiara. Perché non utilizzare, allora, un burro cacao, che idrati la pelle e la prepari al trucco, sul quale stendere del rossetto liquido se si riuscisse a trovare la giusta tonalità – picchettando con le dita e spalmando leggermente, facendo ben attenzione a non ricoprire i contorni delle labbra – o, al suo posto, il proprio fondotinta. Per renderlo meno opaco basta stendere uno strato più o meno leggero di gloss, a seconda di quanto si desideri che le labbra luccichino al sole.

Per gli occhi, infine, vale la stessa regola che abbiamo utilizzato sulle altre parti del viso: un make-up impercettibile e leggerissimo, vivacizzato da un velo di mascara, o da un tocco di matita che disegni tutto l’occhio ma sfumi soltanto la palpebra. E, se si volesse esaltare lo sguardo, basta l’eyeliner più netto e intenso, in modo da evidenziare gli occhi e far risaltare, allo stesso tempo, l’eleganza semplicissima (ma, come abbiamo visto, solo in apparenza) di tutto il viso.

foto: Max Salani e Damiano Fiorentini
backstage sfilate Gaetano Navarra – Milano Moda Donna 2009