Napoli in trionfo

aestetica2009_stefania_d_alessandro_a.jpgSi è chiusa Aestetica 2009, l’energica fiera del capoluogo campano dedicata alla bellezza e al benessere. Un mix di entusiasmo, vitalità e capacità imprenditoriale che immette nuova linfa nel settore.

aestetica2009_stefania_d_alessandro.jpgÈ una bella fiera, Aestetica Napoli. Lo diciamo senza enfasi.
Fresca, frizzante, movimentata.
Porta tutto l’entusiasmo dei giovani eventi, l’energia e la spontaneità della gente del sud, l’entusiasmo di chi si affaccia con grinta e passione in un settore per lui nuovo, la solarità dei tantissimi visitatori.
Tre giorni intensi, ricchi di spettacoli, di incontri, di piacevoli sorprese, di novità. Li abbiamo seguiti dal vivo, con il nostro stand (Unghie&bellezza e Trucco&bellezza insieme…), assediato come sempre dai visitatori e con le redazioni delle due testate.

Uno sguardo al futuro
Nella cornice del quartiere fieristico di Fuorigrotta, la manifestazione, promossa da Eventi Italia e Fiere di Parma, si è attestata sui livelli dello scorso anno, sfiorando le 35000 presenze. Numeri simili a quelli della passata edizione ma che, in un periodo universalmente etichettato come "di crisi", fanno ben sperare per quello che sarà il futuro.

"Nonostante il calo dei consumi che in questo periodo si è registrato in ogni settore – ha sottolineato Emilio Marzoli, project manager di Aestetica – gli espositori secondo un primo sondaggio si sono detti soddisfatti del volume di affari raggiunto all’interno dei sei padiglioni. Si temeva un allineamento con le varie crisi di mercato e invece alcuni settori come il mondo del nail addirittura hanno registrato un sensibile incremento.
La nostra ambizione è quella di rendere un servizio importante affinché si possono creare momenti produttivi in termini di business: Ci siamo riusciti in anni difficili come questo e siamo certi di poter rendere ancora di più in un periodo dove auspichiamo una risalita economica".

Importante la collaborazione con la Regione Campania grazie alla quale si è dato vita all’ExpoLounge, l’area riservata agli incontri d’affari tra gli operatori nostrani e quelli provenienti dalla Grecia. "Dai primi riscontri – ha spiegato Domenico Lunghi, Direttore Generale di Fiere di Parma – gli espositori, soprattutto quelli campani, hanno trovato nuovi canali per l’esportazione dei propri prodotti. Tutto ciò è stato reso possibile grazie al business matching che abbiamo realizzato insieme all’Assessorato Regionale al Turismo e alle Attività Produttive. Stiamo già lavorando per potenziare l’incoming dei buyers dell’estero e per dare alla nostra manifestazione una connotazione ancora più internazionale".  

photo: Autuori & Carletti
concept & make-up: Stefania D’Alessandro