Si fa presto a dire French manicure

French manicure e french look sono locuzioni entrate a tutti gli effetti nel nostro vocabolario.

Ma esattamente cosa significano, e da dove vengono?

Un passo indietro.

Nella definizione (Treccani) di manicure troviamo un primo indizio. Il termine sorge da un adattamento del francese “manicure”, a sua volta originato dalle parole latine manus (mano) e cura (protezione). Così apprendiamo che per manicure si intende “l’insieme delle azioni occorrenti alla cura di mani e unghie”. Massaggi, limature, cura delle cuticole, applicazione dello smalto, trattamento idrante e così via.

L’origine di questa attenzione si perde nella notte dei tempi: già i Babilonesi, infatti, 5.000 anni fa, utilizzavano attrezzi di oro zecchino per effettuare manicure e pedicure. Mentre l’introduzione dello smalto decorativo lo dobbiamo ai Cinesi e agli Egizi (fin dal 3.000 avanti Cristo). Entrambi i popoli riconoscevano alle unghie smaltate di rosso un enorme prestigio sociale, riservato ai reali e alle classi più elevate.

E la French manicure?

L’appellativo “french” ha origini curiose. Lo dobbiamo al fascino, percepito soprattutto nel resto del mondo, Stati Uniti in testa, che pervade tutto ciò che è riconducibile alla Francia. Chic, elegante, sofisticato: aggiungi “french” e la parola, la situazione, lo scenario avranno un tocco di fascino in più.

Nel nostro caso specifico, una manicure e poi una passata di smalto chiaro, solitamente bianco, sul bordo libero dell’unghia; e il corpo dell’unghia rosato, neutro o trasparente. Ed abbiamo la french manicure.

Oggi french manicure, specie dopo il brevetto apposto nel 1978 da una nota azienda americana che si ispirò a questo particolare nail design osservato alle sfilate di Parigi, è divenuto un marchio di fabbrica per descrivere un preciso stile.

Che ha incontrato grande e crescente popolarità grazie alle star di Hollywood, alla ricerca di un look impeccabile capace di adattarsi a qualunque cambio d’abito e stagione. E che ancora oggi è il nail look più diffuso nel mondo.

Buone vacanze