Un’ora per voi

Il rientro dalle vacanze non deve farci dimenticare la sana abitudine di ritagliarsi un po’ di tempo per il nostro esclusivo benessere. Dieci minuti dopo la doccia, un trattamento, un massaggio, un pediluvio rinfrescante…


cura_dei_piedi_int_agosto_2009.jpgAl ritorno dalle vacanze l’agenda ci chiama, l’ufficio ha bisogno di noi, il computer ha centinaia di mail da leggere e smistare con urgenza. E le telefonate e le pratiche da assolvere sono talmente tante che non sapete da dove cominciare. Poi c’è il tagliando della macchina, l’appuntamento in banca, l’assicurazione, il dentista e quei lavoretti in casa che avevate promesso di completare al vostro ritorno. Tutti impegni inderogabili che rientrano fragorosi nella nostra vita, quando appena alcuni giorni prima il mondo sembrava essersi fermato, aspettando – e rispettando – i nostri ritmi naturali.

Insomma, settembre per molte persone assume i tragici connotati di una Caporetto.

Così la prima cosa da combattere una volta tornati in città sono lo stress, l’ansia, la preoccupazione: per evitare che una settimana in ufficio a ritmi frenetici vanifichi il pieno di energia attuato in vacanza, con il risultato di ritrovarsi catapultati nello stesso clima “matto e disperatissimo” che con gioia ci eravamo lasciati alla spalle chiudendo la valigia (spesso, ripromettendoci che mai più ci saremmo ridotti a una stanchezza così…).

Come vincere questa battaglia? La regola d’oro è tanto semplice e scontata quando dimenticata: prendersi cura di sé. Regalarsi un’ora di tempo, un momento di relax da dedicare ai piedi (in particolare), alle mani, al nostro corpo. La sera dopo la doccia, prima di coricarsi per leggere un buon libro; il sabato pomeriggio. La domenica mattina.

Piedi per terra. Ma sani
D’estate
, lo sappiamo, i piedi si rovinano molto, più di altri periodi dell’anno: sabbia, caldo, sudorazione, lunghe camminate sugli scogli o in montagna (a cui non siamo abituati) affaticano e indeboliscono i piedi, producono minuscole abrasioni, spellature, graffi. Le unghie si rovinano e lo smalto si sbecca. massaggio__e_cura_piedi_agosto_2009.jpg

Una buona norma, appena rientrati in città, consiglia di prendersi cura di loro: pediluvi rinfrescanti e profumati, scrub, creme, massaggi e infine smalti rinforzanti per prolungare la durata smalto che abbiamo scelto per prolungare il buon umore dell’estate.

Sali, essenze, creme e lo scrub per rimuovere la pelle morta, oltre che fare del bene al nostro corpo, ci riporteranno alla mente, grazie alle loro deliziose profumazioni, le spiagge da sogno tropicali, le suite dai panorami mozzafiato, le baite sperdute nella natura… anche se non ci siamo stati! Sensazioni fondamentali per il nostro appagamento, il nostro benessere psicofisico.
Poi, ciliegina sulla torta, un bel massaggio con crema iper nutriente, magari praticato dal vostro lui; molto rilassante vero?

E infine, visto che i fine settimana della bella stagione non sono finiti, continuare a sognare un weekend di vacanza, un tuffo, un bagno nei mari della penisola: e allora rinforzate le unghie prima dello smalto, così non si rovinerà ancora con la sabbia per la vostra ultima passeggiata dell’anno sul lungomare!